Site Loader

Obbligo di motivazione rafforzata per il giudice che integra il programma di messa alla prova elaborato, d’intesa con l’imputato, dall’ufficio esecuzione penale esterna (Uepe). La sentenza 48258/2019 di Cassazione, in considerazione della inevitabile componente afflittiva dell’istituto, fissa dei rigidi paletti per il giudice che inserisce nel programma la durata del lavoro di pubblica utilità, nello specifico fissato nella misura massima di due anni.

Post Author: wp_1119411

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Chiama